Londra classica: una guida per il weekend


Di Emine Saner

Fotografie di Ultraforma/Getty Images

Passare alla navigazione

giugno 2016

Londra è ricca di storia, musei e alcuni dei luoghi più riconosciuti al mondo, presenti nei film e nella letteratura. È una grande città ma chi la visita per la prima volta non ha bisogno di allontanarsi troppo dal centro, nel quale è abbastanza facile muoversi. Con un minimo di programmazione è possibile vedere molto e sfruttare al meglio le 48 ore nella capitale.

Venerdì

Serata - Si prepari per una fuga

British Airways opera quotidianamente voli da tutto il mondo verso tre dei principali aeroporti di Londra: Heathrow, Gatwick e London City così sarà sicuro di trovare il volo più adatto alle sue esigenze.

Se visita la città per la prima volta, le consigliamo di soggiornare in centro per raggiungere facilmente i punti di interesse più importanti. Il Langham, poco a nord di Oxford Street, offre il puro lusso classico. Dopo tutto, il suo ristorante Palm Court ha lanciato la tradizione del tè formale. Un'opzione più accessibile è il Rembrandt a Kensington, di fronte al V&A e a pochi passi da Harrods.

Passeggi su uno dei due ponti paralleli Golden Jubilee e cerchi di individuare i luoghi celebri man mano che procede. Vedrà il Parlamento, il London Eye e la Cattedrale di San Paolo.

Una volta effettuato il check-in, sfrutti al meglio la sua prima sera passeggiando su uno dei due ponti paralleli Golden Jubilee e cerchi di individuare i luoghi celebri man mano che procede. Vedrà il Parlamento, il London Eye e la Cattedrale di San Paolo. Sul lato meridionale del Tamigi, si diriga alla Royal Festival Hall. Se riesce ad arrivare prima delle 19:00 potrà assistere alla fine di un concerto gratuito. Al secondo piano dell'elegante ristorante di ispirazione moderna della metà del novecento, lo Skylon , potrà gustare il cocktail della casa fatto di uva pestata, ginger, vodka Ciroc, liquore di mele selvatiche, lime e succo di mela, godendo di una splendida vista.

Altri hotel a Londra

  • La National Gallery, Londra

    Arte

    La National Gallery fu fondata nel 1824 ed è il settimo museo più visitato al mondo. La visita alla galleria è, ed è sempre stata, gratuita e alcune delle opere d'arte in mostra includono dipinti di Turner, Constable e Cézanne.

    Prenotare voli per Londra
  • Beefeaters alla Torre di Londra © Arthur Tilley/Getty Images

    Una lezione di storia

    La White Tower è la parte più antica della Torre di Londra ed è stata eretta in epoca normanna. La Torre è stata una prigione e prima, che diventasse regina, Elisabetta I vi fu rinchiusa dalla sorellastra, la regina Maria I. Oggi ospita i Gioielli della Corona, che sono in mostra per i visitatori.

    Prenota un city break a Londra
  • La Donna che piange di Picasso alla Tate Modern

20:00 – La Tate di sera

Passeggi lungo la riva sinistra fino alla Tate Modern. Resta aperta fino a tardi il venerdì e il sabato (l'ultimo ingresso è alle 21:15) quindi è la scelta ideale per vedere le gemme del museo, tra cui l'imperdibile Donna che piange di Picasso, senza dovere sgomitare per entrare.

21:30 – Cena di pesce

Dopo le passeggiate, l'ideale del venerdì sera è un classico "fish and chips" accompagnato da una pinta di London Pride al pub Anchor lungo il fiume, a soli cinque minuti di cammino dalla Tate Modern. Il pub è stato rinnovato (troppo, secondo alcuni clienti del posto) ma è ancora pieno di storia. Nel 1666, il diarista Samuel Pepys sembra abbia assistito al grande incendio di Londra da un pub in quest'area. La sua moderna incarnazione è più recente, ha appena 250 anni.

Sabato

08:45 – La potenza della Torre

Si rechi alla Torre di Londra appena prima dell'orario di apertura, alle 09:00 e si diriga direttamente ai Gioielli della Corona. Potrà visitarli in perfetta solitudine. I visitatori iniziano ad affollarsi nel corso della mattinata, ma la prima ora è di solito tranquilla. Segua uno Yeoman Warder (noto anche come Beefeaters) tour, che inizia ogni 30 minuti, e cerchi i corvi, gli storici guardiani dell'antico castello.

12:30 – Fuga sul fiume

Percorra il Tamigi in una crociera andata e ritorno sul fiume di 90 minuti dal Tower Pier a Westminster, per scoprire altri luoghi di interesse, gustando un tradizionale tè delle cinque.

14:00 - Vivere alla grande

Passeggi sul London Bridge, da non confondere con il Tower Bridge, e scopra il Borough Market, un paradiso per i buongustai di bancarelle di prodotti artigiani. Una volta sazio, si rechi in cima all'edificio più alto dell'Europa Occidentale e si goda una vista impareggiabile di Londra dalla piattaforma di osservazione dello Shard, a ben 800 piedi di altezza sulla città.

  • Covent Garden di notte © Shomos Uddin/Getty Images

    Sapeva che…

    Il Covent Garden ha sempre ospitato un mercato fin dagli anni 1600. È stato il mercato ortofrutticolo principale di Londra fino al 1974, quando si è trasferito a Nine Elms. L'attuale edificio del mercato è stato realizzato negli anni 1830 dall'architetto Charles Fowler.

    Prenotare voli per Londra

15:00 | Delizie del Garden

Salga sul bus 521 per Aldwych, che la porterà oltre la Cattedrale di San Paolo, e poi cammini fino a Covent Garden. Passeggi lungo le stradine e il piacevole mercato quindi si diriga a ovest lungo Long Acre fino a Leicester Square per cercare di accaparrarsi gli economici biglietti last-minute per i teatri al botteghino TKTS sul lato sud della piazza.

17:00 - Attacco d'arte

Da qui, una breve passeggiata fino alla National Gallery. Una visita completa richiederebbe settimane, ma in questo caso scelga l'Essential Audio Tour di 80 capolavori, inclusi i Girasoli di Van Gogh. Gusti una tazza di tè e una fetta di torta nello splendido caffè prima di prendere posto per uno spettacolo nel West End.

21:30 - Cena dopo teatro

J Sheekey, un ristorante di pesce e frutti di mare nascosto in una stradina nelle vicinanze di Leicester Square, è il ritrovo non ufficiale delle stelle dei teatri di Londra. Negli orari pre-teatro, il servizio è rapido ed efficiente per assicurare l'arrivo in tempo per l'inizio degli spettacoli. Dopo il teatro, potrà avere l'occasione di cenare con gli attori appena scesi dal palco. È necessaria la prenotazione. Il ristorante principale è senza tempo, con pareti rivestite di pannelli in legno e tovaglie bianche, ma un posto al bar (o all'adiacente e meno formale Oyster Bar) è perfetto per osservare i presenti.

  • Cornish fish stew da J Sheekey
  • The Wolseley

    Imponenti strutture

    L'edificio che oggi ospita il The Wolseley ha iniziato la sua vita come salone automobilistico nel 1921, prima di essere trasformato in una banca. I suoi maestosi interni ospitano oggi uno dei più acclamati ristoranti di Londra.

    Prenota un city break a Londra
  • Il tè delle cinque al The Savoy Hotel

    La tradizione britannica del tè delle cinque risale al 1840 e fu inventata per soddisfare l'appetito tra il pranzo e la cena. Pur con diverse varianti, il tè delle cinque consiste di solito in piccoli sandwich, scone con crema e confettura e torte.

    Cose da fare a Londra

Domenica

08:00 - Una colazione da re

Uno dei momenti migliori per vedere Londra è la domenica mattina presto, quando le strade sono prive di traffico e la città sembra fresca e pulita. Vale la pena di sacrificare qualche ora di sonno in più. Si rechi al The Wolseley per gustare uova Benedict o un cesto di paste appena sfornate nel grande caffè in stile viennese. Certamente la colazione più elegante in città.

09:15 – Una visita alla Regina

Prenota il primo orario della giornata per visitare le State Rooms a Buckingham Palace. La residenza londinese della Regina è a pochi minuti di cammino dal The Wolseley attraverso il Green Park.Se è in anticipo, potrà deviare per lo splendido St. James's Park lungo la strada. Controlli la bandiera esposta. Il Royal Standard indica che la Regina è in casa. Con i tempi giusti, potrà uscire dal palazzo in tempo per la cerimonia del cambio della guardia, che di solito si tiene ogni giorni alle 11:30 durante l'estate e a giorni alterni nel resto dell'anno.

13:00 – Pranzo a cena

Potrebbero volerci settimane per una prenotazione serale al ristorante stellato Michelin di Heston Blumenthal Dinner al Mandarin Oriental hotel di Knightsbridge, ma è molto più semplice trovare un tavolo per pranzo. Il menù di Blumenthal è storico e britannico, con piatti ispirati da ricette che risalgono a centinaia di anni. Potrebbe essere il suo pranzo più costoso, con gli antipasti che partono da £17 e le portate principali intorno a £38, ma anche il più eccitante.

Per una soluzione più accessibile, si dice che il caffè al museo Victoria & Albert sia il più antico al mondo e offre snack e piatti più sostanziosi in tre belle sale o nello splendido giardino durante l'estate.

15:00 – Voci angeliche

Molti turisti seguono il tour completo dell'Abbazia di Westminster ma un modo diverso di scoprire una delle più antiche e storiche chiese del mondo, la sede di ogni incoronazione dal 1066, il luogo di sepoltura di molti re e molte regine e di figure importanti come Charles Darwin e Charles Dickens, è partecipare all'Evensong Service. Non si vedrà molto dell'edificio (si viene fatti entrare e poi uscire) ma sarà possibile ascoltare uno dei migliori cori del mondo in un ambiente indimenticabile.

16:00 – L'orologio

All'uscita, dovrebbe essere in tempo per ascoltare il Big Ben battere le quattro. Ci sarà ancora tempo per andare in giro in Parliament Square, scoprire le statue di Nelson Mandela, Winston Churchill e Abraham Lincoln, ammirare le Houses of Parliament e il Big Ben (o la Elizabeth Tower, che è il suo vero nome, Big Ben è il soprannome della campana).

17:30 – Confettura o crema… o entrambe?

Dopo un fine settimana intenso, sarà pronto per riposare. Concluda il fine settimana con un tè delle cinque prima del volo. Il Savoy noto per i suoi impeccabili mini-sandwich, i classici scone con confettura e crema e alcune delle migliori torte in città, il tutto servito sotto il tetto a cupola in vetro del Thames Foyer. È raccomandata la prenotazione e non è ammesso l'ingresso in abiti sportivi o scarpette da ginnastica. Ma vale la pena concludere in modo classicamente britannico un classico fine settimana londinese.